Passiti e vini dolci liquorosi dalle Marche – Vino passito Marchigiano

I vini passiti sono chiamati anche vini da meditazione per la loro armonia complessa in fatto di sapori e profumi.
I passiti da un punto di vista normativo sono vini normali, la loro vinificazione infatti viene effettuata in maniera tradizionale senza ulteriori aggiunte o trattamenti.
Il vino passito marchigiano viene prodotto utilizzando le stesse tecniche di vinificazione impiegate per i vini normali.
Le uve prima di essere vinificate vengono fatte appassire per un tempo variabile.
Questo appassimento provoca una riduzione o la quasi completa eliminazione dell’acqua presente nell’acino.
Questo processo serve a far aumentare e a concentrare nella bacca tutti quegli elementi che ne esaltano le caratteristiche (zuccheri, acidi organici, sali minerali e profumi).
Il vino che si ottiene nella regione Marche con questo procedimento viene detto Passito Marchigiano.
Questi vini generalmente hanno un contenuto alcolico e un residuo zuccherino più elevato dei vini tradizionali e tendono al liquoroso.
Si abbinano quindi bene a dolci, formaggi stagionati, castagne o anche bevuti da soli come vino da meditazione.
I vini passiti sono diversi da quelli ottenuti da vendemmia tardiva.
Inoltre i passiti esistono anche in versione “secca” anche se la maggioranza di questi vini sono dolci.